I carabinieri della stazione di Arce hanno denunciato un quarantottenne del posto con l'accusa di furto aggravato. L'uomo, con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, è stato incastrato dalle indagini condotte dai militari dell'Arma dopo la denuncia del furto delle offerte presentata dal parroco della chiesa dei Santi Pietro e Paolo il 20 settembre scorso.

Quel giorno qualcuno s'intrufolò nella chiesa, scassinò le cassette dell'offertorio portando via circa settecento euro. Nelle loro indagini i carabinieri hanno esaminato anche le immagini estrapolate da un sistema di videosorveglianza esterno; sono così riusciti a ricostruire i movimenti del ladro, in particolare l'ingresso nella chiesa e l'uscita dalla stessa con una scatola contenente il bottino e poi la sua repentina fuga a bordo di un'autovettura.