L'ondata di furti non conosce tregua. Giovedì sera a essere presa di mira è stata un'abitazione alla periferia della città. Sul posto sono giunti gli agenti della polizia di Stato per i rilievi e per raccogliere le prime testimonianze. La zona finita nuovamente nel mirino dei ladri è quella del versante isolano della Selva. Una volta rincasati, i proprietari hanno trovato tutto a soqquadro: i vestiti erano stati tirati fuori dagli armadi e dai cassetti e buttati a terra e sul letto.

I malviventi, forse presi dalla fretta di portare a termine il colpo prima che i padroni di casa rientrassero, hanno rovistato ovunque ma non hanno portato via praticamente nulla.
Dunque un tentato furto che però alimenta l'allarme già esploso nelle scorse settimane dopo una serie di furti. E sono diverse le famiglie che hanno subito visite sgradite nell'ultimo periodo anche alla Selva di Sora. I residenti della zona continuano a tenere gli occhi aperti sui movimenti di giorno, ma specialmente di notte. Grazie a una chat condivisa da decine di persone, al passaggio di automobili sospette scatta il tam tam di messaggi.

Insomma, i residenti della Selva sono stanchi di vivere nel timori di subire un furto e si organizzano come possono per scoraggiare i ladri di turno. Paure e ansie condivise anche con chi abita in zona Pozzo Pantano, via Cellaro e via Tombe, visto che anche in diverse abitazioni di queste zone i ladri hanno scassinato porte, divelto finestre e, in alcuni casi, fatto razzia di soldi e gioielli. Da qui la richiesta dei residenti di maggiori controlli da parte delle forze dell'ordine proprio per prevenire i furti.