Andrea Esposito, responsabile Lega giovani di Cervaro lancia l'allarme: «La situazione peggiora sempre di più. Si assiste frequentemente all'abbandono di rifiuti soprattutto in zone poco controllate, in cui i cittadini compiono atti di totale inciviltà senza tenere conto che a pagare le conseguenze sono anche loro stessi. È incommentabile nel 2019 assistere a tale "ignoranza" da parte dei cittadini, che magari per fare un dispetto all'amministrazione e anche per il continuo disservizio per la raccolta dei rifiuti, gettano buste ovunque e creando discariche abusive con immondizia di ogni genere, alcuni anche pericolosi e dannosi per l'ambiente, inconsapevoli che il dispetto lo stanno facendo a loro stessi e a tutti gli altri cittadini, perchè chi non rispetta l'ambiente non rispetta prima se stesso».

L'annosa problematica dell'abbandono dei rifiuti, della mancata raccolta dell'immondizia e della situazione critica nel territorio comunale di Cervaro tiene banco ormai da settimane. I cittadini sono esasperati. Oltre ai disagi anche debiti: con la delibera n. 5 adottata il 30 ottobre scorso, il commissario straordinario Monica Ferrara Minolfi, sulla scorta degli atti d'ufficio, ha provveduto al riconoscimento della legittimità di un debito fuori bilancio, maturato in seguito al mancato pagamento di fatture pregresse afferenti a servizi di raccolta rifiuti resi in favore dell'amministrazione comunale dall'azienda aggiudicataria del relativo appalto nel periodo in questione.

"La delibera costituisce quindi un adempimento obbligatorio, privo di valutazioni discrezionali - si legge in una nota - che il Commissario straordinario ha posto in essere attenendosi, doverosamente, alla normativa di riferimento e assicurando massima pubblicità, come testimonia la puntuale, regolare pubblicazione all'albo pretorio comunale dell'atto e dei relativi allegati"