Si va verso una notte di paura in Ciociaria, e in particolare a Pescosolido e in tutto il Sorano, per il forte terremoto che si è verificato nel tardo pomeriggio. La scossa più forte, che ha fatto tremare anche tutta la Ciociaria, si è registrata alle 18.35 a Balsorano, in Abruzzo ma a pochi chilometri da Sora, con magnitudo 4.4: una scossa violentissima e di notevole durata che ha provocato danni e ha fatto riversare in strada migliaia di persone letteralmente terrorizzate per l'Intensità del terremoto. 

E poi, pochi minuti dopo, alle 18.47, una scossa pari a 2.2 a Pescosolido. In entrambi i centri già da ieri sera si erano verificate scosse di lieve entità dando vita ad un vero sciame sismico che aveva indotto i Sindaci a chiudere le scuole di ogni ordine e grado.. 

Fenomeno identico a quello in atto in queste ore. I sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, infatti, dalle 18.47 fino a poco fa hanno rilevato ben 16 micro scosse con epicentro a Pescosolido ed una a Sora (tutte di intensità bassa, inferiore a 2.0, come è tipico degli sciami sismici). Stesso discorso a Balsorano, dove pure sono decine le micro scosse rilevate dalle 18.35 (anche in questo caso di intensità inferiore a 2.0).

Tra le 21.45 e le 22.52 sono state ben sei le scosse a Balsorano, e due di queste hanno fatto di nuovo sobbalzare la gente: la prima alle 22.39 e 37 secondi, pari a 2.6, e la seconda alle 22.40 e 07 secondi, cioè appena 30 secondi dopo la prima, pari a magnitudo 2.3. 

Insomma, purtroppo, ce n'è di che avere paura in vista di una notte che si preannuncia molto lunga e segnata dal timore di nuove e forti scosse di terremoto. 

Per leggere l'articolo sulla prima scossa da 4.4 LEGGI QUI
Per leggere l'articolo sulla scossa di Pescosolido LEGGI QUI