Sull'istituzione del fondo oncologico nel Lazio il consigliere regionale del M5s Loreto Marcelli si dice soddisfatto per quello che considera un primo importante risultato.

«Un'iniziativa che va a supportare le molte famiglie e i pazienti che combattono quotidianamente contro il cancro - sottolinea Marcelli - Ad oggi sono cinquantadue le domande ammesse al contributo presentate dai cittadini residenti nella Asl di Frosinone che potranno ricevere un sostegno economico.

Ricordiamo che si tratta di persone che versano in condizione di forte svantaggio economico con un'attestazione indicatore Isee non superiore a 5.000 euro; persone che hanno perso il posto di lavoro e che hanno terminato il periodo di malattia retribuito riconosciuto dal contratto collettivo nazionale e di aver dovuto ricorrere al periodo di aspettativa non retribuita».

Per Marcelli, però, c'è ancora molto da fare: «Sono cinquantadue le domande ammesse nella sola Asl di Frosinone e per questo continueremo a monitorare anche le altre Asl della regione. Annuncio che proporremo in sede del prossimo assestamento di bilancio regionale, un incremento del fondo per soddisfare in modo più ampio le molteplici esigenze dei pazienti oncologici», conclude il vicepresidente della commissione sanità del consiglio regionale del Lazio.