Due panetti di hashish occultati sotto al sedile dell'auto e quasi 800 euro in banconote di vario taglio. È stato fermato poco prima dello svincolo dell'A1, con droga e soldi. E per questo arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: ieri udienza di convalida per Gennaro Scognamiglio, residente a Piedimonte San Germano, sottoposto alla misura dei domiciliari. Nel controllo, che rientra nel piano del Comando provinciale dell'Arma di controllare potenziando l'attività diprevenzione -l'inte ro territorio, è scattato a pochi metri dallo svincolo per il casello autostradale di Cassino.

Sono stati i militari della sezione Radiomobile a bloccare il giovane che stava traghettando quasi 200 grammi di hashish.
Il suo comportamento e quegli atteggiamenti nervosi non hanno convinto i militari del Norm, guidati dal tenente Di Mario, agli ordini del capitano Mastromanno. Così, oltre al controlo ordinario, è scattata l'ispezione. L'intuito dei militari ha fatto strike: sotto al sedile, dal lato del conducente, c'erano due panetti di hashish suddivisi in 101 e 97 grammi. E nella sua disponibilità anche 775 euro in banconote di vario taglio che per i militari erano il presunto provento di spaccio.

Droga e soldi sono stati sequestrati mentre il giovane è finito ai domiciliari. Ieri pomeriggio ha avuto luogo l'udienza di convalida: misura convalidata. I difensori gli avvocati Armando Pacione, Antonella Germani e Lara Capitanio hanno chiesto la remissione in libertà o una misura meno afflittiva come l'obbligo di firma per consentirgli di poter lavorare: sebbene siano attività non continuative, svolge piccoli lavori che andrebbero a giustificare le somme. Per gli avvocati, inoltre, non sarebbe dimostrabile l'attività di spaccio. Attesa la decisione del gip Di Croce.