Il tema resta infuocato sul trasferimento della sede dell'Inps da Sora alla vicina Isola del Liri. A rimanere amareggiato delle affermazioni del sindaco De Donatis è il coordinamento Lega Sora. «Superficialità colpevole con la quale quest'amministrazione di sinistra, sostenuta da un' eteroge nea e litigiosa maggioranza, affronta i problemi della città», inizia così la dura nota della Lega. «Perché l'Inps ha concesso ad Isola del Liri una disponibilità che ha precluso a Sora? Di chi le responsabilità politiche e amministrative?», si domandano. «Il trasferimento degli uffici Inps rappresenta un ulteriore colpo per il rilancio della nostra città; noi non saremo complici di questo scempio. Alle responsabilità del sindaco si aggiungono quelle dei 5 Stelle ed il loro esponente regionale. È noto infatti che il presidente dell'Inps sia molto vicino alle posizioni dei 5 Stelle i quali avrebbero potuto e dovuto interessarsi, nelle sedi opportune; non basterà una raccolta di firme».

Immediata la replica del sindaco De Donatis. «Se questo è l'esordio del neo direttivo, opportunisti dell'ultim'ora, che non hanno esitato a defenestrare il coordinatore cittadino pur di assumere un ruolo e una visibilità, c'è ben poco da sperare su un concreto contributo della Lega sulle vicende politiche cittadine. Inoltre il rappresentante in seno al consiglio comunale, non ha mai prodotto un'interrogazione sulla questione», ha aggiunto De Donatis. «E poi accumunare l'operato del sindaco ad iniziative intraprese dai 5 stelle non lo trovo corretto. Il rammarico su questa vicenda è legato alla scarsa chiarezza su una gestione che a Sora da venticinque anni era caratterizzata da un rapporto di natura privatistica. Ad inizio 2018 il privato si era reso disponibile a rivedere le condizioni contrattuali. Non è la prerogativa dell'ente locale quella di risolvere problematiche che appartengono ad altri enti. Certo è che se fossimo stati interpellati con chiarezza tra la nuova offerta presentata dal privato e le richieste dell'Inps in qualche modo il Comune si sarebbe potuto impegnare. Questo abbiamo lamentato."