Promuovere i prodotti tipici locali attraverso la biodiversità e la cucina: questo l'obiettivo dell'ambizioso progetto finanziato da Arsial ed ideato dagli assessorati alle attività produttive ed al turismo del comune di Ceprano. «La prima edizione di "Biodiversità e cucina" è stato un primo passo verso il raggiungimento di un nuovo obiettivo, che è quello di promuovere in maniera organica i nostri prodotti tipici», ha spiegato l'assessore Vincenzo Cacciarella. «Più in generale puntiamo a promuovere il nostro territorio, le nostre tradizioni e aziende che con tanta tenacia resistono e affrontano nuove sfide. Puntare a nuove fette di mercato attraverso la promozione dei prodotti nei gruppi di acquisto G.A.S. e Ho.Re.Ca. è uno degli obiettivi che nello specifico ci siamo dati con l'attuazione di questo progetto che l'Arsial ci ha finanziato».

«Un grazie particolare, dunque, lo rivolgo prosegue ai produttori che lavorano per mantenere viva la tradizione, che producono prodotti di qualità e che creano occupazione. Ringrazio anche Arsial e la Regione Lazio, sempre attente a queste tematiche e pronte al sostegno di chi le sviluppa sul campo, il Gal Terre di Argil che può fare la differenza in questo momento storico per il rilancio delle attività produttive e la Pro loco che può e vuole essere protagonista nella promozione del territorio. Direi conclude che abbiamo tutte le risorse per raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati e se facciamo rete i risultati potranno essere davvero interessanti». Alla base del progetto c'è la promozione sistemica delle attività produttive piccole e medie locali, e in particolare dei prodotti tradizionali legati alla Biodiversità del territorio.