Sembrava che Atina potesse fruire di qualche giorno in più per la raccolta dei rifiuti della differenziata, invece no. Da lunedì scorso anche in paese la raccolta porta a porta, fino alla settimana scorsa gestita dalla Tac Ecologica, ha cessato il servizio determinando una situazione che pone i cittadini in una sorta di attesa senza sapere cosa fare e l'amministrazione comunale che sta correndo ai ripari per ristabilire la continuità nel servizio di raccolta dei rifiuti.

Nel frattempo da palazzo Ducale cercano di limitare i disagi nel territorio visto che lunedì gli ignari cittadini avevano sistemato fuori i loro portoni i mastelli dell'umido e dell'indifferenziata certi che di lì a poco sarebbe passato il camion della spazzatura che li avrebbe svuotati. Molti cittadini, però, informati di quanto stava accadendo, avevano ripreso i mastelli aspettando nuovi ordini; infatti ieri mattina, giorno di raccolta della carta, nessuno ha tirato fuori i mastelli bianchi, quelli della carta appunto.

"Stiamo adottando tutte le necessarie misure per affidare provvisoriamente il servizio a un'altra società. Fiduciosi in una tempestiva risoluzione del problema, invitiamo tutti a non esporre i rifiuti fino a nostre nuove comunicazioni" si legge nel sito del Comune, intento confermato dal sindaco Adolfo Valente: «Siamo in contatto con alcune ditte che si sono dichiarate disponibili. Spero di risolvere la situazione al più presto» è l'augurio di Valente e dell'intera comunità atinate.

Il calendario della raccolta settimanale prevedeva per oggi il ritiro della plastica e per domani l'umido; venerdì, giornata di festa, quindi sabato ancora l'umido. I cittadini si augurano che le nuove comunicazioni arrivino il più presto possibile così da far cessare l'impasse nel quale è caduta la raccolta porta a porta coinvolgendo, suo malgrado, un intero territorio.

Situazione simile anche a Fontana Liri, dove l'amministrazione del sindaco Gianpio Sarracco è rimasta in panne con la raccolta differenziata per lo stesso motivo. Anche se oggi la raccolta dell'indifferenziata verrà garantita. Seguiranno comunicazioni quotidiane per i giorni a venire.