Camionista vola giù dal cavalcavia con l'auto e muore. Strada chiusa con un'ordinanza ad hoc. Il sostituto procuratore Fusco, intanto, ha disposto una perizia autoptica sul corpo di Antonello Gerilli: questa mattina l'affidamento dell'incarico. È stato il primo cittadino di Piedimonte, Gioacchino Ferdinandi, a pubblicare un'ordinanza "con tingibile e urgente" con cui ha disposto il divieto di transito a veicoli e pedoni sul ponte ferroviario che sovrappassa la tratta Roma-Napoli da via Pistillo, incrocio con via per la nuova Stazione, fino all'accesso all'altro lato di via Pistillo: «il punto da cui, nel tardo pomeriggio di domenica Antonello Gerilli, il camionista di 58 anni residente a Villa Santa Lucia è precipitato dopo aver perso il controllo della sua Fiat Grande Punto e aver sfondato il guardrail. Un volo di oltre dieci metri che non gli ha lasciato scampo: è deceduto sul colpo» ha ricostruito lo studio 3A, che assiste i familiari della vittima.

Sequestrato il pezzo di guard-rail abbattuto dalla vettura, dopo l'appello della "Notte degli Angeli onlus" è stato interdetto il passaggio sull'intero tratto. E chiesto all'esecutore dell'opera e al proprietario dell'area di mettere tutto in sicurezza. I familiari della vittima, per fare piena luce sui fatti, attraverso il consulente Angelo Novelli, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.a., cheha giàeffettuato unsopralluogo con i propri tecnici. Ispezionando il tratto «sarebbe emerso che le barriere sono sì fissate con un perno ai sostegnipiantati a terra sul cemento, ma i vari fascioni non sarebbero collegati adeguatamente tra di loro» continua lo Studio 3A. Aspetti ora al centro di mirate indagini.