Si terranno domani 30 ottobre, alle 14,30 nella chiesa di San Nicola a Guarcino i funerali di Federica Quattrociocchi la 32enne, che si è uccisa dopo la morte improvvisa del compagno, avvenuta pochi giorni fa. 

L'intera comunità si stringerà attorno ai familiari per dare l'ultimo saluto a quella donna che non ha retto al dolore della morte dell'amore della sua vita. Federica ha preso un foglio, ha scritto poche righe chiedendo scusa ai familiari, informandoli della sua intenzione di "raggiungere" il suo amore. Ha poi acceso un braciere e l'inalazione di monossido di carbonio non le ha lasciato scampo.

La tragedia ieri mattina. I familiari, non riuscendo a contattarla, hanno raggiunto la sua abitazione facendo la terribile scoperta. Federica Quattrociocchi, medico all'ospedale di Cassino, dove lavorava come medico anche il compagno deceduto, era molto conosciuta e stimata soprattutto dai suoi pazienti. Increduli per il suo gesto i genitori, il fratello e la sorella. Una tragedia nella tragedia che ha sconvolto tutti. La camera ardente è adesso aperta presso l'ospedale San Benedetto di Alatri. 

Troppo grande il suo dolore. Troppo straziante quel distacco inaspettato, improvviso. Non è riuscita a darsi pace, a reagire davanti alla morte dell'amore della sua vita. E così Federica Quattrociocchi, 32 anni, di Guarcino, ha preso un foglio, ha scritto poche righe chiedendo scusa ai familiari, informandoli della sua intenzione di "raggiungere" il suo amore. Ha poi acceso un braciere e l'inalazione di monossido di carbonio non le ha lasciato scampo. Soccorsa dai parenti, che non avendo più notizie di lei si sono precipitati nella sua abitazione, è stata accompagnata all'ospedale di Frosinone. Dopo poche ore è morta.

Una notizia che ha sconvolto i familiari e l'intera comunità che la conosceva e stimava per la sua dedizione al lavoro, per la sua bontà d'animo, per il suo cuore grande. Quel cuore che non ha retto alla morte del compagno.

La ricostruzione
L'uomo che amava più di ogni cosa è morto martedì scorso, colto da un improvviso malore. La compagna non ha retto al dolore. Ieri mattina la tragedia. I familiari, non riuscendo a contattarla, hanno raggiunto la sua abitazione facendo la terribile scoperta. Subito l'hanno accompagnata in ospedale. La corsa contro il tempo, purtroppo, è stata inutile. Dopo qualche ora il suo cuore ha cessato di battere.

Il dolore
La morte della dottoressa Federica Quattrociocchi ha lasciato incredulità in tutte le persone che la conoscevano. In tanti la ricordano come una donna in gamba, aveva anche molti pazienti che si rivolgevano a lei, era una podologa. Aveva militato anche negli scout.
Ha lasciato un grande vuoto in tutti i suoi cari, nei genitori, nel fratello e nella sorella, increduli per l'estremo gesto della trentaduenne.

di: Nicoletta Fini