Due comunità, quelle di Sora e Pescosolido, aspettano di poter tributare l'ultimo saluto a "Donatone", come tutti lo chiamavano. Sul corpo di Donato Alviani, morto quattro mesi dopo il terribile incidente accaduto Isola del Liri, il magistrato ha disposto l'autopsia.

Il rientro da Roma della salma del giovane, deceduto nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi al policlinico Umberto I, è previsto per la prossima settimana. In tantissimi piangono la scomparsa del trentanovenne, amico di tutti, persona solare e dalla battuta sempre pronta, grande tifoso del Sora.

E mentre si attende che venga fissata la data del funerale, che probabilmente si svolgerà nella chiesa Santa Restituta a Sora, città di origine di Donato, gli amici hanno voluto rendergli omaggio.
Così l'altra notte è comparso uno striscione di grosse dimensioni proprio davanti allo stadio Tomei, dove il giovane è cresciuto tifando incondizionatamente per i colori bianconeri, stadio che frequentava insieme ai supporter della formazione sorana. Nello striscione, che augura buon viaggio a Donatone, anche il riferimento all'amato "faone di San Giovanni".
Un appuntamento con la tradizione che lo vedeva in prima linea nell'organizzazione dell'evento. In queste ore sui social network sono centinaia i ricordi che vengono postati e tanti i messaggi di vicinanza alla famiglia Alviani.