Un uomo di 35 anni originario di Colleferro, con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Colleferro con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. La vittima delle violenze è la madre 62enne dell'uomo che ha chiamato i Carabinieri dopo essere rimasta ferita nel corso dell'ennesima aggressione subita dal figlio per futili motivi.

Immediato l'intervento dei militari che hanno interrotto la lite nel corso della quale la donna è stata fatta bersaglio di calci e pugni sotto la costante minaccia di un coltello da cucina. Trasportata in ospedale, la donna ha ottenuto una prognosi di 10 giorni per contusioni al volto, alla spalla e all'anca destra.

I Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile hanno, non solo, ricostruito l'accaduto, ma hanno delineato come il figlio violento avesse posto in essere nei confronti della madre atteggiamenti provocatori fatti di insulti, minacce e aggressioni verbali al punto che la vittima non ha potuto fare altro che cambiare le proprie abitudini di vita. Certificata l'escalation di violenze commesse dal 35enne, i Carabinieri lo hanno arrestato e rinchiuso nel carcere di Velletri.