E' vietato l'uso per scopi umani, agricoli e zootecnici dell'acqua proveniente da pozzi privati posti a valle della discarica comunale dismessa ma ancora non bonificata Ara Frocella, in località Valpara, alla periferia di Sora.

Il sindaco Roberto De Donatis ha firmato l'ordinanza numero 38 vietando, in via cautelativa, l'utilizzo per il consumo umano, per l'irrigazione delle colture e per l'abbeveraggio degli animali dell'acqua prelevata da tutti i pozzi situati a valle della discarica, precisamente dal confine di quest'ultima fino al fiume Liri.

Nell'ordinanza è fatto riferimento al sequestro del sito, avvenuto il 5 luglio scorso ad opera della polizia provinciale e dei carabinieri forestali, da cui è emerso l'inquinamento della falda acquifera con la presenza di metalli pesanti in quantità di gran lunga superiori ai limiti massimi stabiliti dalle normative. Parliamo di arsenico, nichel, selenio, solfati, piombo e cromo.