A Veroli, nel pomeriggio di ieri, i militari della locale Stazione hanno arrestato per "maltrattamenti in famiglia, minaccia e resistenza a P.U." un 22enne del luogo, già censito per maltrattamenti in famiglia ed uso personale di sostanze stupefacenti.

In particolare, grazie all'immediato intervento dei carabinieri, sono state evitate conseguenze ben più gravi a seguito di una lite in famiglia avvenuta tra i genitori ed il figlio che, sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, ha minacciato di morte la madre ed il padre aggredendo quest'ultimo con dei pugni al volto, con una furia tale da costringerlo a rinchiudersi in casa fino all'arrivo della pattuglia da lui chiamata.

Il giovane anche alla presenza dei militari, prontamente giunti presso l'abitazione teatro dell'episodio di violenza, continuava a minacciare di morte i propri genitori, inveendo poi anche contro i carabinieri apostrofandoli in malo modo ed opponendo resistenza al loro invito di seguirli in caserma.

Il padre del giovane per i colpi ricevuti è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell'Ospedale Civile di Alatri, mentre l'arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Alatri, in attesa del rito direttissimo.