Rinviata al prossimo 31 ottobre l'udienza per le due ex maestre della scuola materna "Simone Cola" di Ferentino, accusate di aver abusato dei mezzi di correzione nei confronti di ventuno alunni di età compresa tra i 2 e i 4 anni per «un uso sistematico della violenza fisica e psicologica, nonché attraverso l'assunzione di comportamenti aggressivi, eccessivi, inadeguati e genericamente abusanti».

Le due ex maestre, di 42 e 53 anni, sono di Frosinone e Roma e i fatti contestati risalgono al periodo tra il 2014 e il 2015, quando i piccoli, avevano cambiato il loro comportamento, il loro umore, tanto da non voler più andare a scuola. I genitori segnalarono tutto ai carabinieri. Così i militari, in due periodi, a novembre 2014 e a febbraio 2015, hanno installato delle telecamere per monitorare, le due docenti all'epoca dei fatti, ma ora non più, in servizio nella scuola materna Cola.

E da quelle immagini la procura di Frosinone fonda la propria accusa. Le famiglie si sono costituite parte civile ieri con gli avvocati Giampiero Vellucci, Mario Cellitti ed Eliseo De Francesco. Ieri è stata sollevata un'eccezione preliminare da parte delle difese delle maestre, quindi il giudice ha rinviato al 31 ottobre per lo scioglimento della riserva e nel contempo per l'eventuale ammissione dei mezzi istruttori.