Da nove anni "Io non rischio". Il 13 ottobre anche a Pescosolido i volontari della protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si sono dati appuntamento per parlare dei rischi naturali che interessano il Paese.

Domenica prossima volontari e volontarie della protezione civile allestiranno punti informativi "Io non rischio" nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. Il cuore dell'iniziativa è il momento dell'incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza.

Domenica, in contemporanea con le altre città italiane, anche l'Associazione Volontari Protezione Civile Pescosolido partecipa alla campagna "Io non rischio Terremoto", per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio in caso di sisma. L'appuntamento è fissato in corso Umberto I.

L'iniziativa è promossa dal Dipartimento della protezione civile con Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze), l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e Reluis (Rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica e in accordo con le Regioni e i Comuni interessati.