Lavorava come infermiera in una struttura sanitaria di Veroli quando si è resa responsabile del reato di rapina aggravata e continuata ai danni di alcuni pazienti ricoverati.

I fatti contestati sarebbero avvenuti nei giorni  2, 8 e 14 maggio 2010. Ieri a Trivigliano, i militari della Stazione di Guarcino, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone nei confronti dell'infermiera, una 45enne del Capoluogo, già censita per rapina, furto, lesioni, guida senza patente e sotto influenza di sostanze alcoliche e stupefacenti. 

La donna, infatti, era domiciliata da alcuni giorni presso il noto centro di recupero di Trivigliano. L'arrestata, condannata ad anni 3 di reclusione ed euro 500 di multa, al termine delle formalità di rito è stata tradotta presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia