Il campo sportivo di Tecchiena verrà intitolato ad Emanuele Morganti. Questa la decisione assunta dalla giunta comunale nella giornata dello scorso giovedì 3 ottobre, dopo aver accolto la proposta della commissione toponomastica presieduta dal consigliere Tonino Scaccia (la relazione finale all'istruttoria è stata redatta dal consigliere Roberto Addesse, ndr).

La scelta è ricaduta sulla nuova struttura sportiva sita lungo la Sp Santa Cecilia che, come viene spiegato nella delibera di giunta, rappresenta - insieme al vicino Palasport - "Un indubbio centro di attrazione per tutti coloro, soprattutto giovani, che intendono praticare attività sportiva e ricreativa".
La motivazione addotta dalla giunta è legata al valore dello sport (Emanuele ha, tra l'altro, praticato il calcio a 5 nell'impianto di Tecchiena castello), che "In ogni sua disciplina e forma (agonistica, dilettantistica e amatoriale) rappresenta un valido strumento di coesione sociale e un gran mezzo educativo, ragion per cui l'Amministrazione comunale pone grande attenzione a tutti gli aspetti riguardanti le discipline sportive e gli impianti a disposizione della cittadinanza".
Il segnale e la motivazione. 

Inoltre, con questa intitolazione, l'amministrazione intende "Dare un segnale all'intera cittadinanza e specialmente ai giovani, affinché rimanga viva la memoria dei tragici fatti del marzo 2017 che hanno portato alla morte del giovane Emanuele perché nessuna famiglia di questa città abbia più a piangere un suo figlio, strappato alla vita in una maniera così inutile e violenta".

Il provvedimento, corredato da specifica relazione, è stato trasmesso al Prefetto di Frosinone per ottenere la deroga alla legge che impedisce di intitolare un luogo pubblico a persona deceduta da meno di dieci anni. Una volta assolto questo passaggio obbligato, sarà stabilita la data per la cerimonia d'intitolazione del campo allo sfortunato Emanuele Morganti con il posizionamento della targa che lo ricorderà.