Il Cotral sopprime la corsa Frosinone-Pastena e il sindaco Arturo Gnesi scrive al presidente del consorzio.

«La corsa storica, da Frosinone tiburtina per Pastena, via Pofi -scrive Gnesi nella lettera al presidente Colaceci- è stata soppressa creando disagio non solo tra i pendolari del mio Comune, ma anche tra tutti quelli interessati dal tragitto. La partenza, alle 14.10 dal capoluogo ciociaro, consentiva agli studenti dei vari istituti superiori e dei licei di poter usufruire, subito dopo l'ultima ora di lezione, di una corsa sicura e veloce per poter rientrare a casa. Riteniamo che sia opportuno predisporre una rete di servizi, efficace ed economica -sottolinea il sindaco- per rafforzare i collegamenti tra i piccoli comuni montani, come Pastena, e i diversi istituti scolastici presenti nella città di Frosinone. La maggiore presenza e tempestività del trasporto pubblico induce a non utilizzare i mezzi privati e quindi a non gravare sull'inquinamento atmosferico che purtroppo da alcuni anni ha posizionato il nostro capoluogo tra quelli più contaminati d'Italia».

Gnesi chiude la missiva in toni cordiali mettendosi a disposizione per ulteriori chiarimenti. La riorganizzazione delle corse Cotral inevitabilmente comporta delle conseguenze in termini di benefici per alcuni versi, svantaggi per altri e, in questo caso, Pastena paga le conseguenze di una manovra di razionalizzazione.

Di qui l'intervento del sindaco preoccupato per i suoi concittadini e in particolare per gli studenti che a suo dire restano a piedi all'uscita da scuola. Si tratta di un problema serio che dovrà essere affrontato e risolto, con il dialogo però, in considerazione della disponibilità dimostrata ad oggi dal Cotral, una soluzione si troverà.