Dopo la giornata di volontariato "Plastic free" organizzata nella villa comunale lo scorso weekend con alcune associazioni del territorio per rimuovere dal fiume i rifiuti abbandonati, l'attività di pulizia del Gari nella villa comunale prosegue grazie al fondamentale intervento della Regione Lazio. La direzione regionale lavori pubblici da qualche giorno ha infatti avviato i lavori di messa in sicurezza idraulica del fiume Gari.

Tali lavori stanno interessando in questi giorni il tratto urbano del fiume Gari, successivamente si procederà più a valle per effettuare interventi di manutenzione lungo il corso d'acqua.
I lavori hanno permesso già da subito di abbassare di quasi mezzo metro (50 cm circa) il livello del fiume che nella parte sotterranea delle corso d'acqua sta producendo numerosi danni alle strutture dei fabbricati. Gli alberi, i rami spezzati e in parte anche i rifiuti che sono stati buttati in maniera irresponsabile nel fiume nel corso di questi anni, hanno creato un vero effetto diga che ha innalzato il livello del fiume. Tra i rifiuti rinvenuti bottiglie di plastica, barre di ferro, mattonelle e anche qualche elettrodomestico.

«Ringraziamo la Regione Lazio e il geometra Carcione, della direzione lavori pubblici e difesa suolo -sottolineano il sindaco Enzo Salerae l'assessore all'ambiente Emiliano Venturi- per aver avviato questa importante opera di manutenzione del corso d'acqua e soprattutto per eliminare quelle situazioni di pericolo venutesi a creare per l'assenza di un lavoro costante di manutenzione del fiume Gari. L'occasione -spiegano- è servita anche ad individuare alcuni alberi e rami secchi segnalateci da molti cittadini che frequentano la villa comunale e che sono potenzialmente pericolosi per tutti coloro che frequentano abitualmente il più importante polmone verde della città»