Una donna ha rifiutato la trasfusione che avrebbe potuto salvarle la vita, a causa di motivazioni religiose, ed è morta pochi giorni dopo. La tragedia è avvenuta nel Casertano ed ha avuto come protagonista una 70enne, testimone di Geova, confessione che impedisce agli adepti di mischiare il sangue altrui a quello proprio. Difatti i testimoni di Geova rifiutano trasfusioni e trapianti fino alle estreme conseguenze. La decisione della donna non ha trovato concorde il primario di Chirurgia generale dell'ospedale di Piedimonte Matese dove era ricoverata. Il medico non ha potuto far altro che arrendersi di fronte alla manifesta volontà di non ricevere cure, mentre i familiari dell'anziana, anch'essi testimoni di Geova, ne hanno sostenuto e difeso la scelta.