Era stato arrestato ad agosto e gli erano stati concessi i domiciliari, ma a distanza di qualche settimana ha continuato a far vivere un vero e proprio incubo alla moglie. Questa volta, per lui, un quarantasettenne di Piglio, si sono aperte le porte del carcere di Frosinone. Sarà interrogato domani alla presenza del suo avvocato Nicola Ottaviani.

La ricostruzione
Ordinanza di custodia in carcere emessa ieri pomeriggio dal gip di Frosinone dottoressa Ida Logoluso, nei confronti del quarantasettenne per maltrattamenti continui alla moglie. Un mese fa l'uomo, stando alle accuse, in stato di alterazione psico-fisica dovuta probabilmente all'uso alcool o stupefacenti, per futili motivi ha aggredito la moglie alla presenza di suo figlio, il quale era riuscito a contattare telefonicamente il numero unico 112 chiedendo aiuto. I militari immediatamente sono arrivati sul posto sorprendendo l'uomo mentre si stava allontanando con l'auto dall'abitazione. Dalla perquisizione dell'auto è stato trovato un grosso coltello da cucina con lama di 20 centimetri. Il coltello è stato posto sotto sequestro.

La moglie in seguito ha formalizzato una denuncia per i fatti accaduti, dichiarando che nel passato aveva già subito maltrattamenti e percosse, ma che non aveva mai provveduto a denunciarli, né a ricorrere alle cure dei dottori. L'arrestato, accusato di maltrattamenti in famiglia continuati e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere, già censito per reati inerenti gli stupefacenti, lesioni personali e guida in stato di ebrezza alcolica e sotto l'effetto di stupefacenti, al termine delle formalità di rito era stato tradotto nelle camere di sicurezza della caserma a disposizione dell'autorità giudiziaria. All'uomo erano stati poi concessi i domiciliari e la donna lo aveva anche riaccolto a casa. Ma nulla è cambiato. Dopo qualche settimana il quarantasettenne, stando alle accuse, ha iniziato a minacciarla di morte. A quel punto, la moglie è andata via dall'abitazione e lo ha denunciato nuovamente. Ieri l'arresto e domani l'interrogatorio.