L'autunno è iniziato da pochi giorni, le temperature ci lasciano intendere che è ancora estate ma la Guardia di Finanza di Cassino ha già intercettato un carico natalizio che, oltre ad essere illegale, era a dir poco esplosivo. Gli uomini delle fiamme gialle durante un controllo presso il casello autostradale di Pontecorvo hanno intercettato un furgone guidato da un uomo con diversi precedenti penali.

I finanzieri, insospettiti dall'atteggiamento evasivo dell'autista, hanno approfondito il controllo trovando circa un quintale di fuochi d'artificio. Oltre ai petardi, tra l'altro già innescati, sono stati trovati anche dei mortai utilizzati per il lancio dei fuochi che, forse, sarebbero stati usati a breve per uno spettacolo pirotecnico.

Sono finiti sotto sequestro 100 chili di artifici pirotecnici, 35 mortai e 1.300 bocche di fuoco, tra batterie e petardi. Il conducente del furgone, residente nell'hinterland sorano, è stato denunciato.
È solo l'inizio di una serie di controlli approfonditi che, ovviamente, si intensificheranno sempre di più con il passare delle settimane in previsione delle feste natalizie e del Capodanno che, in molti, festeggiano con spettacoli pirotecnici fai date e illegali e che, sempre più spesso, si rivelano essere particolarmente pericolosi soprattutto per i più piccoli. Proseguirà, quindi, nei prossimi mesi, l'attività del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone a contrasto del commercio abusivo di artifici pirotecnici anche nei mercati rionali, nei negozi non autorizzati e presso i banchi degli ambulanti.