Un papà rimasto da solo con due piccoli. Tanto amore da dare ma pochi, pochissimi soldi. La mamma non c'è più e lui, che ha combattuto la malattia al suo fianco, ora si ritrova a combattere un'altra battaglia. Accudisce i piccoli ma spesso è difficile anche preparare la cena. Vivono tutti insieme con la nonna e con la sua misera pensione e la richiesta di aiuto è rivolta ad avere un po' di pasta e sugo per apparecchiare la tavola degnamente.

Questa la sintesi di una lettera arrivata alla parrocchia di Sant'Antonio a Cassino, in piazza Diamare. Una lettera che ha toccato il cuore di parroco e collaboratori tanto da immaginare già forme di aiuto alla famiglia. Ma quel papà che ha scritto non ha lasciato un cellulare (dice di non possederlo) e allora si è scatenata un'altra richiesta di aiuto, stavolta da parte della parrocchia che chiede a tutti una mano per individuare il signore e potersi prendere cura di lui.

Dal passaparola agli appelli social, un vero e proprio battage per rintracciare questo genitore e tendergli una mano. Dalla parrocchia l'appello alla massima condivisione per rintracciare l'uomo.