Una pista ciclabile tra Piedimonte e Villa Santa Lucia per riscoprire i percorsi escursionistici e la storia. Questo il sogno da realizzare con il progetto del primo stralcio della Pista Ciclabile Intercomunale Piedimonte-Villa Santa Lucia con cui il Comune pedemontano si è posizionato al sedicesimo posto del bando e risulta ammesso a un finanziamento di 352.000 euro per un totale di progetto di 391.000 euro. Si tratta di un progetto preliminare che dovrà essere reso esecutivo.

«Il Comune di Piedimonte - ha commentato il sindaco Gioacchino Ferdinandi - risulta tra i progetti ammessi a finanziamento proprio perché fatto su un tracciato di grande interesse che in primo luogo comprende 2 comuni e inoltre perché lungo questo percorso intercetta diversi punti d'interesse».

Il progetto presentato va nell'ottica di valorizzare i percorsi escursionistici e il centro storico. Sono previste tre stazioni ciclabili: una a Villa Santa Lucia e due a Piedimonte a piazza Sturzo (parte bassa) e in piazza Vittorio Emanuele (parte bassa). È previsto un percorso semimontano che va ad intercettare sia la via Francigena che il cammino di San Benedetto, ma non solo anche i punti sensibili come il santuario della Madonna delle Grazie a Villa Santa Lucia, il Castello dei Conti d'Aquino, l'obelisco della memoria, la chiesa di Sant'Amasio e le scuole.

«Non parliamo di una pista ciclabile su pianura ma di lungo un percorso semimontano - ha aggiunto - Questo è un altro progetto nell'ottica di sviluppare e rendere più attrattivo il centro e le sue bellezze. L'obiettivo dopo il primo stralcio, sarà collegare il percorso a tutta la pianura e mettere in rete il territorio.

Era nostra intenzione creare un punto di sviluppo del nostro centro storico che per troppi anni è stato un po' abbandonato. Stiamo vedendo i primi frutti di una programmazione serrata di due anni di lavoro dove la giunta si è concentrata ed è rimasta vigile su tutte quelle che erano le opportunità di finanziamenti che la Regione e l'Europa mettono a disposizione».