La giungla di San Giorgio. Sono senza più voce i residenti, che non sanno più che fare per vedere garantita sicurezza lungo la strada che porta al popoloso quartiere alla periferia di Sora. Il problema è la vegetazione che spontaneamente è cresciuta lungo la carreggiata.

Non sapendo di chi sia il terreno, nessuno risponde per la sua pulizia e le criticità che aumentano di mese in mese. Addirittura gli alberi che insistono lungo il ciglio della strada hanno abbracciato due pali della pubblica illuminazione negando, di fatto, la luce per la zona. Quest'estate a prendere fuoco sono state anche delle sterpaglie che, proprio in quel punto, sporgevano troppo, limitando la visuale degli automobilisti.

«Abbiamo più volte chiesto un intervento al comune, abbiamo informato tecnici ed amministratori, ma nessuno è mai venuto qui da noi a risolvere il problema che è peggiorato nell'ultimo anno ed è sotto gli occhi di tutti», sbotta un residente. «Gli alberi -prosegue- sono cresciuti ed hanno raggiunto un'altezza tale da vedere, ad occhio nudo, che i rami si sono intrecciati con i cavi elettrici che ancora "viaggiano" ad altezza aerea qui a San Giorgio. Speriamo che qualcuno faccia qualcosa al più presto».