Corsi per diventare apicoltori ma anche convegni, aggiornamenti e confronti costanti: nasce a Cassino un'associazione di servizi. Si chiama A.s.p. apicoltura e nasce dal progetto di tre soci fondatori - Daniele Soave, Luigi Tasca e Gianni La Marra - che negli ultimi cinque anni hanno operato con 50 famiglie di api (ora ne sono 250 a Cervaro) capendo anche quanto fondamentale fosse l'aspetto di gestione formativa e burocratica. E dando vita, così, all'A.s.p. agricoltura.

«Conoscendo il settore abbiamo capito quale fosse la direzione migliore da prendere - hanno spiegato i promotori cassinati - Abbiamo subito notato la mancanza di una realtà seria e affidabile sul nostro territorio». Dalle competenze sul campo a quelle tecnico-legislativo nasce, dunque, l'idea di assistere gli apicoltori già esperti ma anche di formarne di nuovi: da una parte, infatti, l'associazione svolgerà tutti gli adempimenti (dalla registrazione all'anagrafe apistica fino all'assistenza della tenuta dei registri); dall'altra penserà a promuovere la salvaguardia del miele e il rispetto per l'ambiente.

«Il corso di apicoltura è espressione di un alto momento formativo che si inscrive nel più ampio quadro della progettazione intrapresa da Autentica Cooperativa Sociale ed Acli (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) di Frosinone, in ordine alle attività di agricoltura sociale e di promozione di una ecologia umana integrale, dei valori di sostenibilità ambientale e della promozione sociale integrati.

Ne è conferma la costruzione di un apiario al Santuario di Casalucense, a Sant'Elia, su terreni appartenenti all'abbazia di Montecassino che li ha concessi in comodato d'uso. Un'esperienza che sta partendo ora, per divenire un'occasione di rilancio sociale, umano e professionale in particolare di soggetti in condizioni svantaggiate» spiegano i promotori.

Ma, in primo piano, resta anche la salvaguardia del miele prodotto nella nostra zona con supporti di assistenza tecnica promossa in sintonia con le istituzioni pubbliche preposte. I corsi - al via ad ottobre - partiranno a Cassino nella sede dell'Acli in viale Dante, prevedono un impegno settimanale di 3 ore (per un totale di 36) con 12 moduli. Le tematiche affrontate vanno dalle attrezzature all'analisi dell'apicoltura sostenibile da reddito, fino agli aspetti che riguardano le normative vigenti e i bilanci. «I candidati - concludono La Marra, Tasca e Soave - sono tutti coloro che intendono intraprendere questa attività e sostenere corsi di aggiornamento». Per ogni informazione è possibile contattare i numeri: 331-8834834 e 392-6251833.