Scontro frontale sulla Casilina. Traffico bloccato per circa due ore sulla strada regionale. Nell'incidente sono rimaste coinvolte tre persone: una giovane coppia di Ceprano e una ragazza di Ripi. Le condizioni di quest'ultima sono apparse subito più gravi, il giovane alla guida dell'auto ha riportato contusioni e qualche frattura, la moglie che viaggiava al suo fianco solo escoriazioni e lievi contusioni. I tre sono stati soccorsi dagli operatori del 118 e poi trasportati allo Spaziani di Frosinone. L'incidente si è verificato ieri, intorno alle 10.30.

La coppia viaggiava su un'Alfa 156 in direzione nord, la ragazza invece, era alla guida della sua Fiat Cinquecento L e percorreva la Casilina sull'al tra carreggiata quando, all'altezza di Ponterotto, presso l'ex plesso scolastico, per cause al vaglio dei Carabinieri, è avvenuto l'impatto, un frontale-laterale violento, gli airbag si sono aperti proteggendo fortunatamente le tre persone che erano a bordo delle macchine. Sul luogo sono intervenuti gli operatori del 118, i carabinieri di Ceprano e San Giovanni Incarico e i vigili del fuoco.

I due giovani e la ragazza sono stati sottoposti alle prime cure dal personale medico e paramedico intervenuto e poi sono stati trasferiti all'ospedale di Frosinone, i carabinieri hanno effettuato i rilievi di rito e provveduto alla gestione del traffico ei vigili del fuoco hanno effettuato la messa in sicurezza dell'area. Il traffico è stato bloccato e per circa due ore, i mezzi in transito sono stati deviati verso percorsi alternativi. Dopo le operazioni di soccorso e i rilievi, si è proceduto alla rimozione dei mezzi e alla pulizia della strada, sono stati eliminate le componenti delle auto e ripulito l'asfalto da carburante e oli, dopodiché la Casilina è stata riaperta al traffico e in breve la situazione è tornata alla regolarità.

Il sinistro, verificatosi su un tratto rettilineo, riaccende i riflettori sulla sicurezza stradale e nello specifico sulla pericolosità della Casilina, gli automobilisti spesso non rispettano i limiti di velocità o si distraggono o sono imprudenti e gli incidenti sono all'ordi ne del giorno, il tratto in cui si è verificato ieri lo scontro è fra quelli a rischio compresi fra l'ex casa cantoniera e la zona di confine con Arce dove l'incidenza di sinistri, spesso purtroppo tragici, è alta.