Atti vandalici a ripetizione e videosorveglianza misteriosa a Ferentino. I recenti eventi delinquenziali perpetrati da ignoti in ordine sparso in zone diverse della città, trasmettono amarezza e rabbia ai cittadini che si sfogano, evidentemente, postando sui social i vari accadimenti negativi corredati di foto riguardanti i loro veicoli presi di mira lungo le strade e nei parcheggi da gente senza scrupoli, secondo alcuni da ragazzini "annoiati". A margine dell'ultimo episodio che si è consumato nel quartiere Pontegrande, dove è stato sfondato l'ennesimo vetro a un'auto in sosta, in quel caso la Toyota di una signora, sono emersi altri casi di auto danneggiate purtroppo, stavolta nei quartieri Campo sportivo e Madonna degli Angeli.

Questo lo sfogo di una donna del luogo: «Sta diventando una maledetta moda. È successo circa due settimane fa alla macchina di mio zio, parcheggiata davanti casa sua, in via Madonna degli Angeli. Identica dinamica. Spero che prima o poi verranno presi questi maledetti». Altri segnalano pure specchietti spaccati e carrozzerie rigate. Ecco quindi che torna a farsi largo prepotentemente la richiesta dei cittadini che chiedono di sapere che fine abbia fatto l'impianto di videosorveglianza comunale. Addirittura, stando ai post sui social, qualcuno azzarda: «fosse finto l'impianto?».

Altri fanno notare che proprio a Pontegrande, dove è stata danneggiata la Yaris, c'è qualche telecamera molto probabilmente fuori uso. Per cui in tanti vorrebbero conoscere lo stato attuale della videosorveglianza a Ferentino. In tanti si chiedono se siano in funzione o meno le telecamere installate (anche se insufficienti). Se no, come mai? Quali i motivi per cui l'impianto non entri in funzione? E desiderano che facciano chiarezza gli amministratori. Infine va da sé che venga richiesto a gran voce dai cittadini il potenziamento dei servizi di controllo, soprattutto di notte, sul territorio cittadino.