Il senso unico in via Sant'Angelo non verrà ripristinato. L'arteria che collega il centro della città con il Campus universitario della Folcara e con la popolosa frazione di Sant'Angelo, nonché con i comuni della Valle dei Santi, resterà a doppio senso di circolazione, così come aveva deliberato l'ex sindaco D'Alessandro che con un colpo di spugna aveva cancellato il senso unico voluto dal suo predecessore Petrarcone.

Ma l'ordinanza di D'Alessandro è finita nel mirino del ministero dei Trasporti, a seguito del ricorso presentato da un cittadino. «Nulla ancora è stato deciso. Stiamo facendo una serie di valutazione tecniche. I sindaci della Valle dei Santi sarebbero favorevoli al doppio senso: insieme valuteremo e decideremo cosa fare» spiegava quest'estate il sindaco Enzo Salera rispondendo ai suoi detrattori.
Ora, da quel che trapela, la decisione sarebbe stata assunta: il senso unico non verrà ripristinato, si sarebbe però avviata la trattativa con un privato per far sì che la carreggiata possa essere più larga e non crei problemi per la circolazione a doppio senso.

Questa decisione va incontro anche a quelle che sono le sollecitazioni giunte dai sindaci della Valle dei Santi che non appena si è discusso di un possibile ripristino del senso unico, hanno intimato l'alt a Salera considerando il disagio che arrecherebbe ai loro concittadini. Il rettore dell'Unicas Giovanni Betta si è invece limitato a dire: «A noi come ateneo interessa solo che ci sia la sicurezza per gli studenti e per chi deve raggiungere il Campus. Ad oggi, con il marciapiede realizzato, possiamo dire che non c'è un rischio di insicurezza, ma è chiaro che poi la decisione finale spetta alla politica».