Cresce l'export. Lo certifica l'Istat nell'indagine sulle esportazioni. E tra le province che fanno registrare una performance positiva c'è anche Frosinone: +27,3%.

Una notizia positiva per l'economia del territorio. Così come sottolinea il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. «I dati diffusi dall'Istat indicano che nei primi sei mesi del 2019 il Lazio è la prima regione in Italia per crescita dell'export: +26,9% a fronte di una media nazionale del +2,7%. Nel primo semestre dell'anno -evidenzia Nicola Zingaretti-  il Lazio ha esportato merci per 13,9 miliardi di euro, circa 3 miliardi di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2018. Molto positivi i risultati delle province di Latina (+56,8%) e Frosinone (+27,3%).Settore trainante-spiega si conferma il farmaceutico (con una crescita del 64,4%), un'industria che nel nostro territorio crea ricchezza e soprattutto nuova occupazione. In forte crescita anche le esportazioni del settore agroalimentare, dell'abbigliamento e dell'elettronica».

Per il presidente regionale si tratta per il Lazio di «risultati straordinari poiché sono la conferma di una politica degli investimenti lungimirante che la giunta regionale ha promosso con continuità e convinzione in questi sei anni di governo su tutto il territorio. Ci aspettano sfide difficili, ma il Lazio ha tutte le potenzialità per fare bene e continuare a crescere grazie anche al coraggio e alla determinazione dei nostri imprenditori e a una strategia condivisa con le amministrazioni locali. Dobbiamo consolidare questi risultati e lavorare affinché il nostro tessuto produttivo diventi sempre più dinamico, proiettato sui mercati internazionali e capace di creare nuova occupazione di qualità, soprattutto per i nostri giovani».

Sulla stessa lunghezza d'onda Mauro Buschini, consigliere regionale del Lazio in quota Partito Democratico. «L'export del Lazio fa da locomotiva del Paese e in particolare nella nostra regione si contraddistingue con un risultato eccezionale la provincia di Frosinone che fa segnare un +27,3%. Così come Latina che cresce del 56,8%. Entrambe sono in testa tra i territori italiani per crescita delle esportazioni. I progetti, gli strumenti e le politiche messe in campo dalla Regione Lazio, così come le capacità, la lungimiranza e la competitività degli imprenditori che soffrono per la perdita delle agevolazioni industriali conclude Mauro Buschini hanno portato a risultati senza precedenti».

Nella panoramica nazionale Istat rileva, nel secondo trimestre 2019, una crescita per il Centro (+5%) e per il Sud e Isole (+4%), mentre una lieve diminuzione delle vendite per il Nord-est e Nord-ovest (-0,6%; -0,4%). Nei primi sei mesi dell'anno tra le regioni più dinamiche all'export su base annua si segnalano il Lazio (+26,9%), il Molise (+24,6%) e la Toscana (+17,9%). Nell'analisi provinciale, in conclusione, Istat registra le performance positive, oltreché di Frosinone e Latina, anche di Bologna, Firenze, Milano e Arezzo.