Consegnati i lavori per la strada Asi in territorio di Anagni. Ieri mattina all'apposizione della firma tra gli enti e l'impresa erano presenti il presidente del consorzio industriale frusinate Francesco De Angelis, il sindaco di Anagni Daniele Natalia, quello di Sgurgola Antonio Corsi, il presidente del consiglio regionale Mauro Buschini, il consigliere regionale Sara Battisti, il presidente della camera di commercio Marcello Pigliacelli, il consigliere d'amministrazione dell'Asi e membro di Unindustria Frosinone Miriam Diurni, diversi consiglieri comunali e il gotha del Pd anagnino con il segretario Egidio Proietti e i membri del direttivo.

I lavori avranno inizio lunedì 16 settembre e interesseranno circa due chilometri di strada del comprensorio industriale; prevedono la manutenzione completa e il rifacimento del manto stradale. Il Comune di Anagni e l'Asi stanno inoltre lavorando per munire di pubblica illuminazione questo tratto nevralgico.

Il sindaco Natalia dichiara: «Ringrazio il presidente De Angelis e la Regione Lazio per aver risposto con sollecitudine alle richieste del Comune e degli operatori economici della zona industriale. La collaborazione tra enti porta a risultati importanti come questo: oggi abbiamo apposto la firma sul documento che sancisce ufficialmente l'inizio dei lavori sulla strada Asi, un'opera importante, da un milione di euro, che serve alle industrie, alla città e a tutto il comprensorio».
De Angelis e Buschini hanno sottolineato: «La programmazione dei lavori è stata resa possibile grazie alla Legge regionale 46, uno strumento legislativo importante che ha positive ricadute sui territori interessati dalla filiera produttiva di Fiat Fca». «Un grandissimo risultato ha aggiunto Sara Battisti che premia la perseveranza di De Angelis e il lavoro del Consiglio regionale che ha rifinanziato la Legge 46. Ancora una volta si vedono i frutti del lavoro congiunto e della progettualità portata avanti in Regione per tornare a credere nel futuro del nostro territorio».

«Con questo intervento -ha sottolineato Marcello Pigliacelli si risolve un problema di viabilità che per anni ha penalizzato la vitalità delle aziende e reso faticosi gli spostamenti degli autotrasportatori, nuocendo allo sviluppo del territorio. Determinante è stato il lavoro del presidente del Consorzio Asi che è riuscito in meno di un anno dalla richiesta di finanziamento a dare il via ai lavori. Va poi riconosciuto il contributo alla realizzazione del progetto da parte del professor Gino Scaccia, eccellente tramite con il Ministero dei trasporti e delle infrastrutture».