Se il rispetto della propria città non parte da chi ci abita sarà difficile sconfiggere, o quantomeno ridurre ai minimi termini, il fenomeno del vandalismo. Il nuovo episodio, denunciato da Antonio Colella di "Prospettiva Futura" riguarda la zona interna che collega il Parco della Rimembranza a Porta San Pietro. Un tratto di strada a ridosso del rione Colle che di fatto è terra di nessuno dove già in passato sono stati denunciati atti di vandalismo agli arredi e alle auto in sosta.

L'ultimo episodio è una enorme scritta fatta lungo il tratto di strada con vernice nera. Ovviamente dopo la pubblicazione sui vari gruppi social l'indignazione è stata tanta.
c'è chi ha denunciato la mancanza di videosorveglianza e chi la totale assenza di educazione.

Duro il commento dell'ex consigliere Maurizio Cianfrocca:«Appena l'ho visto mi si è stretto il cuore. Povera la nostra Alatri. Non ci vuole il coprifuoco ma un'opera di sensibilizzazione verso i monumenti, verso la città, per il quieto vivere, per il rispetto di tutti». «Si tratta -conclude- di un atto ingiustificabile che deve essere punito severamente per dare l'esempio e per evitare che ne possano compiere altri. In più è necessario un sistema di video sorveglianza che svolga in primis un'azione deterrente e poi una fonte di notizie inconfutabili».