Consiglio comunale da record quello di lunedì scorso ad Isola del Liri, durato poco più di dieci minuti. All'ordine del giorno: l'approvazione dei verbali di precedenti sedute consiliari, tra cui si ritrovano registrazioni della passata amministrazione, inducendo così il gruppo "Un'Altra Isola" ad astenersi dal voto «essendo formata in parte da rappresentanti non eletti nella passata consiliatura».

Successivamente, è stato discusso l'aggiornamento del Dup relativo al triennio 2019-2021, reso necessario dall'assunzione di un'ulteriore figura da inserire nello staff del sindaco, Massimiliano Quadrini. Decisione tramutata in un nuovo aggravio per le casse comunali, già in penuria, accolta negativamente dalla minoranza.

Il capogruppo Diego Mancini, annunciando il voto contrario dell'opposizione, ha ritenuto «inopportuno, soprattutto con i gravi problemi economico-finanziari dell'ente, nominare un membro esterno, quando si sarebbe potuto attingere tra le figure di part-time già attive presso il comune, potenziandole».

Ad anticiparlo, il consigliere Mauro Tomaselli che, nella seduta della commissione Bilancio che ha preceduto l'assemblea consiliare, ha rifiutato la vicepresidenza della stessa. Il motivo? «L'enorme indebitamento maturato dal Comune durante le gestioni Quadrini e, se non bastasse, gli ulteriori debiti fuori bilancio portati in consiglio per effetto della futura assunzione, pur avendo già nominando tre assessori esterni costati il triplo».

Oggi, intanto, è stato pubblicato il bando per l'"Addetto all'Ufficio di staff": un impegno di sole diciotto ore settimanali che frutterà circa ottocento euro netti mensili al fortunato prescelto, che il sindaco selezionerà personalmente per essere affiancato nell'azione politico amministrativa.