Una lite tra condomini costata la vita ad un uomo. E' accaduto nella Capitale, al Tiburtino III di via Schubert. Motivo del diverbio, un cane: la vittima ha discusso con il suo vicino di casa proprio per l'animale domestico di quest'ultimo. Poi la tragedia. 

L'uomo, 63 anni, avrebbe riferito di essere stato minacciato con un coltello dal proprietario del cane. Poi si è accasciato a terra ed è morto. Secondo quanto si apprende, i due uomini già in passato avevano avuto dei diverbi con al centro del contendere sempre il cane.

Nel quartiere del IV Municipio Tiburtino sono intervenute le volanti e gli agenti dei commissariati San Basilio e Porta Pia che in via Schubert hanno trovato il 63enne. Inutili i soccorsi. 

Il vicino di casa è stato fermato con ancora il coltello in tasca, lo stesso è stato quindi arrestato con l'accusa di omicidio preterintenzionale. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni la vittima era cardiopatica, aspetto di cui sarebbe stato a conoscenza il suo contendente che lo avrebbe minacciato con il coltello.