Finita la stagione estiva a Filettino si pensa già a quella invernale, in sintesi alla stazione sciistica di Campo Staffi che per l'economia del paese montano è di fondamentale importanza. Dinanzi alle numerose indiscrezioni a sgombrare qualsiasi equivoco e a fare il punto vero della situazione ci pensa il sindaco di Filettino Gianni Taurisano. «A febbraio scorso ricorda era stato siglato l'accordo tra i quattro Consorziati (comune Filettino, parco Monti Simbruini, Provincia di Frosinone e Comunità Montana di Veroli) per la liquidazione del Consorzio Campo Staffi».

Le tempistiche.
«Nel giro di 15 giorni, l'accordo prevedeva che tutti avrebbero dovuto procedere alla deliberazione, per quota parte, per l'ammontare della restituzione del finanziamento di 800mila euro, erogato nel 2005 per la sistemazione della strada di collegamento Fiuggi Campo Staffi, lavori mai eseguiti e rendicontati».

Lo sfogo del sindaco.
«Purtroppo la Provincia di Frosinone ha impiegato ben sei mesi per deliberare l'accollo della somma da restituire alla regione Lazio, venendo a penalizzare sensibilmente le attività che avremmo voluto programmare con congruo anticipo, per l'avviodella stagione invernale 2019/2020». «Solo ad agosto - specifica Taurisano - la Regione ha chiesto la verifica degli interessi maturati nell'ultimo semestre sul debito totale, cosa a cui il liquidatore ha subito provveduto. Siamo ancora in attesa di quest'ultimo atto per rientrare in possesso dei beni e degli impianti per affidarne la concessione per i prossimi anni.
Quindi, speriamo a stretto giro di poter avviare la procedura per individuarne il gestore ed avviare la prevendita degli skipass. Una attenta manutenzione e la messa in sicurezza degli impianti Ceraso e Anticotento è stata eseguita la scorsa stagione, quindi siamo fiduciosi in un rapido avvio degli impianti e di copiose nevicate».