Alcol e vandalismo vanno a braccetto e a rimetterci sono gli inermi cittadini che non sanno più a che santo votarsi. I vandali evidentemente non sapendo più come sfogarsi se la prendono anche con i veicoli in sosta.

Nelle ultime notti un paio di automezzi, o forse più, sono stati presi di mira dai delinquenti. Cosicché in due zone diverse della città, lungo la centralissima via Antico Tempio e a Pontegrande (questi perlomeno gli episodi che si conoscono), sono stati sfondati i vetri alle auto in sosta appartenenti a un uomo e ad una donna della città.

Un particolare che balza agli occhi potrebbe far pensare che alla base delle azioni biasimevoli ci sia l'alcol. Infatti in via Antico Tempio, vicino a via Circonvallazione, uno dei finestrini è stato sfondato con una bottiglia di Prosecco, ovviamente dopo che è stata "scolata" dagli artefici, ritrovata dal proprietario sul sedile posteriore dell'auto; nel secondo caso i soliti ignoti si sono serviti invece di una grossa pietra per mandare in frantumi il vetro.

Tanti gli interventi di condanna postati sui social dai cittadini che chiedono più controlli e più uomini delle forze dell'ordine in città, ma anche imprecazioni e parole tutt'altro che tenere sono indirizzate a chi si diverte a modo suo a scapito dei malcapitati cittadini. Questi ultimi purtroppo in situazioni del genere si trovano a fare i conti con disagi e spese, visti i costi poco abbordabili per sostituire un finestrino.

Comprensibile l'amarezza ma anche tanta rabbia dei proprietari degli automezzi danneggiati, che si sono rivolti ai carabinieri. Ad ogni modo sta diventando un problema serio il fenomeno di alcol e droga in città. Prova ne sono anche le diverse denunce e segnalazioni affibbiate dalle forze dell'ordine a carico di automobilisti, per lo più giovani, che guidano sulle strade in stato di alterazione psicofisica