Botte, minacce e molestie telefoniche all'ex convivente. Un incubo durato fino a quando la donna ha trovato il coraggio di denunciare. L'uomo è stato arrestato. 

I fatti
Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Cassino hanno arrestato un 40enne del posto, già censito per "maltrattamenti in famiglia", "minacce", "lesioni personali" e "ingiurie", in esecuzione del provvedimento cautelare degli arresti domiciliari, emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Cassino.

L'uomo, già sottoposto al divieto di avvicinamento nei confronti dell'ex convivente a seguito di pregresse molestie poste in essere nei suoi confronti, non ottemperava alle prescrizioni impostegli dall'A.G.. Infatti, in due occasioni l'uomo si recava presso la nuova abitazione della donna minacciandola e ingiuriandola e, in una terza circostanza, la colpiva addirittura al volto procurandole delle lesioni. Inoltre, molestava telefonicamente la vittima anche mediante sms. Quanto accaduto è stato denunciato dalla malcapitata presso il locale Comando Arma che relazionava il tutto all'A.G. competente.

Da qui il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari a carico del 40enne.