Capelli nerissimi e lisci che coprono interamente il viso, un corpo magro ricoperto di cenci bianchi e atteggiamenti inquietanti che spaventano i più piccoli e fanno nascere strane leggende metropolitane sul suo conto. Samara Morgan non è più solo la protagonista del film horror uscito nel 2002 The Ring. Partita, pare, da Catania, la "Samara Challenge" è ormai virale. Negli ultimi giorni la ragazza horror tempi si è "materializzata" in diverse zone d'Italia, diventando un fenomeno che, tramite i video diffusi sul web, si è moltiplicato a dismisura. Ognuno, quindi, ha la sua Samara verrebbe da dire in queste ore in cui finte bambine demoniache sono pronte ad apparire in ogni angolo. E anche in provincia di Frosinone sono comparse in diverse. Anzi qualcuno, vinto dalla psicosi collettiva, ne ha create di immaginarie, scambiando tetti e costruzioni o persone reali, ma affette da disturbi, per le Samara del momento.

Non solo Cassino e Castrocielo sono state protagoniste indiscussi della "Samara Challenge", fregiandosi di averne ospitato i "primi esemplari". Nella serata di mercoledì anche a Colfelice e a Pontecorvo le strade si sono riempite di tuniche bianche, bambine scapigliate e cellulari hi-tech pronti a immortalare tutto. Così come a Sora e a Frosinone. Ma al di là dell'aspetto goliardico, resta la gravità delle conseguenze che questo fenomeno porta con sé: i rischi per chi si rende protagonista del fenomeno (sia fisici, viste le aggressioni ricevute, sia penali poiché i reati configurabili vanno dal procurato allarme alla violenza privata a seconda delle situazioni) e per coloro che incontrano le presenze spettrali. Dal malore alla perdita di controllo dell'auto, dalla reazione scomposta e aggressiva fino al rischio di trovare qualcuno armato che reagisca d'istinto.

Cassinate
Un gran movimento a Villa Felice e a Colfelice l'altra notte. I cittadini hanno battuto i vicoli e le vie per cercare quella ragazzaccia con la tunica indosso e i capelli scomposti. Eccola, finalmente, notata da un giovane affacciato al balcone: et voilà, Samara è on-line. Portando con sé una valanga di commenti, davvero poco positivi. La caccia al lenzuolo candido e sfuggente è partita poi anche a Pontecorvo, con la Samara della città fluviale apparsa in via Concezione, tra lo stupore e la paura dei presenti.

A Piedimonte, invece, una cuoca ha visto una donna somigliante alle Samara in circolazioni scagliarsi contro la sua vettura. Ma in questo caso, la possibilità che si sia trattato di una donna affetta da problemi mentali non è del tutto esclusa. Tra apparizioni vere e quelle solo immaginate, la psicosi è servita. Tanta è la paura condivisa, che l'avvistamento di un "It" a Cassino probabilmente per motivi commerciali e pubblicitari ha scatenato il panico. La presenza del mostruoso Pennywise, il clown del film di Andy Muschietti, tratto dal romanzo di Stephen King, non è passata inosservata né tra i giochini di piazza Labriola né in una nota catena di ristorazione. E qualche ragazzo ha persino allertato le forze dell'ordine.

A Sora
Anche nella città di Sora si è aggirata Samara. La veste bianca ed i lunghi capelli neri sono arrivati fino al camposanto.
La figura inquietante, infatti, è stata ripresa la scorsa notte fuori dal cimitero comunale. Il video amatoriale è stato caricato sui social infuocando le tastiere del web: i cittadini hanno bocciato l'iniziativa presa da un gruppo di giovani,fino ad arrivare a parlare di oltraggio ai defunti. Ieri mattina, giorno di mercato settimanale, decine e decine di giovanissimi si sono messi ad urlare, dietro i vicoli del centro storico, il nome di Samara per ore tanto che i residenti di Canceglie hanno avvertito la polizia giunta sul posto per ripristinare l'ordine. Nella tarda mattinata, sempre di ieri, virale è stata una foto social che inquadrava il tetto della chiesa della Madonna delle Grazie che protegge il territorio dall'alto: sembrava fosse presente un fantoccio riconducibile alla "famosa" Samara, invece la sagoma della ragazza non era altro che il comignolo del luogo sacro.

A Frosinone
Nel capoluogo, invece, la terrificante figura di Samara Morgan è stata utilizzata a scopo promozionale. Una nota attività commerciale di Frosinone ha deciso di girare un simpatico video in cui l'oscura presenza decide di rifarsi il look e rinunciare ai suoi stracci bianchi in favore di nuovi capi e outfit decisamente più alla moda. Sperando che presto la signorina terribile decida di ritornare nel suo pozzo e lasciare in pace chi preferisce ricordarla attraverso i vari film della saga piuttosto che trovarsela faccia a faccia!

Altre apparizioni nella notte
Non si ferma qui la corsa affannosa di Samara in giro per la Ciociaria. Proprio ieri sera sono stati segnalati altri avvistamenti a Monte San Giovanni Campano nonchè ad Alatri, dove è apparsa al Parco dell'Acropoli: tantissima gente era lì per lei, la 'star' del momento. In tanti ad aspettarla - la tetra apparizione, infatti, era stata addirittura annunciata -, centinaia di ragazzetti ad attenderla e Samara non ha deluso le aspettative. E' arrivata, con un grosso coltellaccio tra le mani, a guardare tutti dal sagrato della Cattedrale.