Un colpo quasi da maestro. In poco più di un minuto in quattro - forse cinque - hanno sfondato la vetrina e la serranda del punto vendita Expert di Piedimonte San Germano, utilizzando un furgone rubato nel Napoletano per entrare all'interno dell'attività. Poi hanno arraffato 16 pc e qualche telefonino ancora imballati e sono fuggiti a bordo di una station wagon grigia, una Bmw. Ora ricercata dai carabinieri della locale Stazione, guidata dal maresciallo Santino Messore, agli ordini del capitano Ivan Mastromanno.

L'assalto
I malviventi, travisati completamente, hanno agito con una freddezza tale da far pensare a un gruppo ben rodato. E avvezzo a operazioni simili. Chi ha organizzato il colpo, sapeva bene dove poter fuggire, aveva molto probabilmente studiato in ogni singolo dettaglio cosa fare se qualcosa fosse andato storto: strade alternative alla Casilina o punti un cui poter "eclissarsi" con il bottino.

Quando, a seguito dello sfondamento della vetrina con saracinesca, è scattato l'allarme i ladri - forse - non si aspettavano l'innesco anche di fumogeni. Ma, vista la rapidità dell'azione, nel mirino c'era probabilmente quel pacco ancora imballato di pc, scaricato da poco: un bottino dal valore che oscilla tra i 7.000 e gli 8.000 euro. Una volta agguantato il materiale hi-tech, la squadra di criminali ha portato via la merce saltando sulla Bmw pronta a sgommare, facendo perdere le proprie tracce. L'arrivo dei carabinieri, infatti, è stato immediato. Ma gli autori del ben architettato colpo erano giù lontani.

Le indagini
Gli uomini del capitano Ivan Mastromanno hanno visionato più e più volte le immagini immortalate dal sistema di videosorveglianza. La scena è nitida: dopo lo sfondamento, l'operazione è stata quasi impeccabile. E dai movimenti appare chiaro che i malviventi non fossero alle prime armi: il materiale hi-tech così come l'oro restano, di fatto, le merci trafugate più spendibili sul mercato nero.
Cosa che non appare affatto chiara è, invece, come i malfattori fossero a conoscenza dello scarico dei pc: mera fortuna, o "analisi" delle vittime da colpire