Fiocco azzurro in via Scrima: alle 12.45 del primo settembre è nato Gianlorenzo. Assistita dall'ostetrica Simona Pantanella dello studio ostetrico "Spazio Donna", dopo appena due ore di travaglio, mamma Valentina ha abbracciato il suo secondogenito.

Una scelta che fanno in tante, sempre più donne preferiscono oggi partorire a domicilio. Gianlorenzo è nato dopo un travaglio fisiologico di appena due ore, in acqua.

«Ho seguito la gravidanza in tutto il suo percorso - ha spiegato l'ostetrica Simona Pantanella - è durante il corso preparto che la mamma ha deciso di dare alla luce il suo bimbo in casa e in acqua. Gianlorenzo è nato nella vasca da bagno». Accanto alla mamma il papà Massimo e il fratellino Giuseppe. Un'esperienza unica ed intima.

«Il bambino è in perfetta salute come la mamma - ha raccontato l'ostetrica - gli ultimi studi hanno dimostrato che il parto in casa è sicuro come quello ospedaliero». Inoltre, per chi sceglie di partorire in casa la Regione Lazio concede un rimborso spese di 800 euro. Un modo per incoraggiare questa pratica.