Carpentiere operato d'urgenza a Roma per un grave trauma cranico dopo l'incidente avvenuto mentre lavorava. M. V., di trentacinque anni, originario di Sora, ieri mattina era al lavoro in zona Selva, alla periferia della città. Secondo una prima ricostruzione dell'incidente, intorno alle undici, mentre l'uomo era impegnato nella costruzione di un capannone, è caduta una lamiera che l'ha colpito alla testa facendolo cadere rovinosamente a terra. Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi: sul posto si sono precipitate un'ambulanza e automedica del 118. Date le condizioni dell'operaio, il personale sanitario ha ritenuto necessario allertare il soccorso aereo. Così poco dopo nella frazione Incoronata, è atterrata l'eliambulanza.

Il giovane carpentiere, una volta stabilizzato, è stato trasferito in codice rosso al policlinico Umberto I di Roma, dov'è è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico: la sua prognosi resta riservata. Sul luogo dell'incidente sono giunte prontamente anche le forze dell'ordine che stanno indagando per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti. Molti i curiosi che, dopo aver visto piombare nella zona la macchina dei soccorsi, si sono avvicinati per assistere da vicino alle operazioni.
E in tanti ieri pomeriggio hanno postato sui social una preghiera o un pensiero per il giovane operaio, amante della montagna e della natura tanto da essere un corridore di trail running e un socio del Cai di Sora.

«Rivolgo un pensiero di vicinanza a uno dei nostri soci giovani più dinamici, che negli ultimi anni ha contribuito alla realizzazione dei progetti sentieristici di Sora - ha detto il presidente della sezione sorana dal Cai, Lucio Meglio -. Lui è proprio un componente del gruppo sentieri. Abbiamo appreso la notizia dell'incidente con grande dispiacere. Un grande in bocca al lupo da tutta la famiglia del Cai Sora», ha concluso il presidente Meglio che conosce bene il giovane ferito.