«Lasciate che i fanciulli vengano a me e non lo impedite loro». Don Sebastiano usa le parole di Gesù per iniziare la sua omelia. E aggiunge: «Chi può impedire a Leonardo di raggiungere l'abbraccio di Gesù?».

La chiesa di San Pietro Apostolo piena, un dolore straziante, una domanda che ricorre in tutti i presenti: perché? Il parroco si rivolge ai due giovani genitori del bimbo morto domenica sera nella sala parto dell'ospedale di Frosinone: «Ieri, quando ci siamo visti, mi avete chiesto: perché Dio ci ha puniti così? Una rabbia, una domanda che molti si fanno in questi giorni».

E la risposta: «Leonardo è stato elevato nella gloria perché è piaciuto a Dio il suo sorriso angelico e perché il Signore stesso voleva un messaggero candido e dolce di cui servirsi».