I love Bauco, il marchio fa il giro del mondo. Un cuore accanto al nome di una città dalla storia millenaria ed è subito successo. Il merito è tutto di Giampiero Giansanti e della sua dolce metà Alessandra Cretaro.

Le magliette della solidarietà fanno centro.
«Il progetto è nato quest'anno – ha raccontato Giampiero - da un'idea già elaborata nel 2013 a New York. Con il ricavato delle prime vendite sono state acquistate e consegnate personalmente derrate alimentati ad alcune famiglie indigenti e ce ne sono diverse sul nostro territorio. Un progetto, dunque, personale che sto portando avanti con caparbietà e molte spese, ma sono orgoglioso di aver inviato magliette con il logo Bauco in tutto il mondo ed aver aiutato, seppur minimamente, la nostra gente.

Il mio grazie va a tutti coloro che hanno avuto a cuore l'iniziativa, ma ringrazio anche chi ha provato ad intralciare il mio percorso non riuscendoci ovviamente. Tutto è possibile, basta solo volerlo e trovare persone pronte a sostenerti. Dovremmo sentirci tutti orgogliosi di essere baucani e di essere parte integrante di questa meravigliosa terra . Spero che il messaggio arrivi a tanti che come me sognano un futuro migliore».

Con le altre vendite si è riusciti ad acquistare una sedia a rotelle da donare al reparto di Oncologia dell'ospedale di Sora. Il prossimo 8 settembre, alle ore 10.30, appuntamento in piazza Sant'Angelo per la foto di gruppo degli ‘I love Bauco'. Obbligatoria la maglietta