Ruba un borsello, ma viene individuato e denunciato dalla polizia. Nell'ambito, infatti, dei servizi predisposti per la tutela delle fasce deboli e la prevenzione dei reati a danno delle persone anziane, nella giornata di martedì scorso il personale delle Volanti ha individuato e denunciato all'autorità giudiziaria uno degli autori del furto ai danni di un cittadino di Frosinone che nei giorni scorsi aveva denunciato il furto del borsello, avvenuto nei pressi della Villa Comunale.

La dinamica del reato ricalca un collaudato modus operandi che solitamente prende di mira le persone della "terza età". C.C., mentre era presso un distributore di benzina del centro città per rifornire l'automobile aspettando il suo turno, era stato distratto dall'alterco tra il gestore ed un terzo che con la propria auto, una Renault Captur bianca, intralciava e disturbava il lavoro nella piazzola del distributore.

Nella circostanza il malcapitato, mentre guidava la propria autovettura, veniva affiancato dal conducente della Renault Captur che lo avvertiva che una delle sue ruote era bucata. Dovendosi dedicare a cambiare la gomma, per precauzione poggiava il borsello contenente denaro e documenti sul sedile posteriore. Una volta terminata la sostituzione del pneumatico rientrando in auto aveva la brutta sorpresa di accorgersi che il borsello non c'era più.

Gli investigatori della Questura di Frosinone, anche in base alle descrizioni del derubato, concentravano le indagini su alcuni pregiudicati di origine campana già deferiti per reati della stessa specie, appurando che anche nei precedenti delitti gli autori si trovavano a bordo di una Renault Captur bianca. Gli investigatori componevano un album fotografico con svariate immagini di malviventi tra le quali il derubato riconosceva quella del soggetto che l'aveva avvisato di avere la ruota forata.

Il personale della Polizia di Stato, dopo aver condotto l'indagato presso gli Uffici della Questura ed averlo sottoposto ai rituali accertamenti, denunciava all'Autorità giudiziaria un trentacinquenne campano, E.A., per questo reato