È iniziata con una pizza fra quattro ragazzi e si è trasformata in una violenta discussione tra vicini di casa. Un lunedì mattina da dimenticare quello di una dipendente del Comune di Sora.

Ieri mattina la donna si è vista piombare nel suo ufficio, al piano terra del municipio di corso Volsci, un suo vicino che ha pensato di chiarire proprio lì la vicenda. L'impiegata l'ha subito invitato a non trattare questioni private all'interno del Comune. A quel punto l'uomo si è inalberato e ha alzato la voce imprecando contro la donna e minacciando anche il figlio minorenne di quest'ultima.

L'uomo ha attaccato così violentemente la signora perché la sera precedente il figlio della donna aveva invitato degli amici a cena, per una pizza, nella loro abitazione del centro storico di Sora. Il vicino, urtato per la serata goliardica e forse un po' rumorosa dei giovani, ha deciso di rappresentare alla madre del ragazzo tutto il suo disappunto per quanto accaduto la sera prima.

Ieri pomeriggio la donna, che ha cercato inutilmente di placare la rabbia dell'irascibile vicino, si è recata al comando dei carabinieri di Sora dove ha presentato un esposto-denuncia nei confronti dell'uomo.