«La cura dell'ambiente sarà sempre una nostra priorità». È l'impegno dell'assessore al ramo Elisa Guerriero che neppure ad agosto si è fermata, approfittando degli eventi dell'Estate cepranese per sensibilizzare i cittadini alle buone pratiche per il rispetto dell'ambiente. Come sarebbe accaduto anche ieri sera in occasione dello "Street food fest" se la pioggia non avesse rovinato la festa inondando gli stand già installati per dare vita all'attesa kermesse agostana.

«Siamo impegnati costantemente a sensibilizzare i cepranesi su questi temi, anche dopo le ultime allerte ambientali - spiega la Guerriero - Ieri sera, in occasione della quinta edizione dello "Street food fest", avremmo voluto distribuire in via Riviera Liri, dopo la prima fortunata sperimentazione in occasione della Notte bianca, le shopping bag ecologiche e gratuite targate Comune di Ceprano Compraverde, con dentro un "rifiutologo", ovvero un comodo depliant per sapere sempre come differenziare al meglio i rifiuti.

Si tratta di piccole iniziative che sommate ad altri interventi in atto, come l'installazione delle mini isole, l'incremento della raccolta differenziata, l'efficientamento energetico delle scuole e della pubblica illuminazione, il miglioramento del servizio rifiuti, le piantumazioni di nuove alberature, contribuiranno a dare risultati migliori in termini di produzione e smaltimento dei rifiuti».

«Pensiamo in grande, ma agiamo nel piccolo - chiosa l'assessore all'ambiente - Dobbiamo cominciare a pensare con una nuova forma mentis, più attenta all'ecosistema e alla qualità della vita. Distruggere il pianeta vuol dire autodistruggersi. Questo processo è in atto e procede inesorabilmente; solo una forte presa di coscienza e la consapevolezza dell'importanza del rispetto dell'ambiente possono salvarci, gli incendi in Amazzonia e in Siberia sono solo la punta dell'iceberg.

Avevamo detto settimane fa dell'importanza che le nuove piantumazioni avrebbero assunto per il miglioramento della qualità dell'aria e oggi, dopo gli incendi di questa estate - conclude Elisa Guerriero - lo saranno ancora di più».

La sensibilizzazione dei cittadini e soprattutto l'adozione di buone pratiche che diventino regole di vita possono essere utili a limitare i danni che quotidianamente l'ambiente subisce, come evitare l'uso di plastica monouso e dei mezzi più inquinanti, differenziare e smaltire i rifiuti domestici correttamente, ricorrere all'energia pulita, adottare pratiche ecologiche