Vandali, alcol e schiamazzi notturni, giro di vite dei carabinieri nel centro di Ferentino a carico di minori e di esercizi commerciali. E non si placa purtroppo il fenomeno dilagante collegato all'uso di alcolici e di sostanze stupefacenti fra i giovani.

Nelle ultime sere i militari del Comando stazione di Ferentino hanno sanzionato due minorenni per ubriachezza molesta che, molto probabilmente dopo avere alzato il gomito, hanno dato vita a un'accesa lite abbandonandosi a schiamazzi e disturbi vari, per cui è servito l'intervento dei carabinieri che hanno inflitto ad entrambi le sanzioni del caso. Come conseguenza dell'uso di bevande alcoliche, è l'abbandono indiscriminato di bottiglie di vetro vuote in più posti della città, parchi compresi, e anche bottiglie in frantumi, a prescindere dalle siringhe usate lasciate a terra pericolosamente al pari dei pezzi di vetro.

Uno stato di cose che genera preoccupazione, problemi di sicurezza e disagi soprattutto agli operatori ecologici. Diversi residenti del centro, abitanti nella centralissima via Municipio, continuano a lamentare schiamazzi notturni accompagnati da rumori molesti, come la rottura di bottiglie di vetro, urla e quant'altro. Spesso al mattino sono evidenti i segni dell'inciviltà o dei vandalismi consumati durante la notte.

Su strade diverse talvolta è possibile notare cocci di vetro a terra, sportelli del gas divelti, cestini dei rifiuti, specchi stradali, lampioni e staccionate danneggiati. In occasione di quest'ultimo episodio, i militari dell'Arma hanno sanzionato un'altra attività commerciale, per avere venduto bevande alcoliche ai due minorenni cacciatisi nei guai. Solo pochi giorni fa era stata denunciata alla procura della repubblica un'altra esercente, dipendente di un bar di Ferentino, poiché resasi responsabile del reato di somministrazione di bevande alcoliche a minori. In particolare quest'ultima era stata pizzicata dai militari mentre vendeva birra a un 14enne e a un 15enne della città. Oltre alla denuncia a suo carico era stata proposta la sospensione della licenza nei confronti del titolare dell'attività