I suoi panettoni sono capaci di far sognare. Ogni morso diventa un viaggio nel gusto innovativo, ma pieno di tradizione. Accostamenti unici che stupiscono i clienti, ma che sono capaci di conquistare. Alessandro Luccero, della pasticceria "Dolce Stil Novo" di Cassino, è diventato un punto di riferimento.

Un successo che lo sta portando anche alla ribalta di uno dei più blasonati e importanti concorsi nazionali, quello del "Panettone day". Proprio lui, sfidandosi con gli altri pasticceri arrivati da ogni parte della Penisola, è riuscito ad arrivare tra i quindici finalisti della categoria "Miglior panettone tradizionale".

Un concorso iniziato nei mesi scorsi e che ha visto a capo della commissione di valutazione il re indiscusso della pasticceria, il maestro Iginio Massari. Alessandro ora si prepara per la finale che si svolgerà il prossimo 12 settembre e che sarà ospitata all'interno di una location di prestigio: la sala Mengoni del ristorante di Carlo Cracco a Milano. La giuria che dovrà valutare tutte le creazioni è tra le più importanti, presieduta dal maestro Massari, ci saranno Sal De Riso, Davide Comaschi (global creative lead di Callebaut), Raffaele Romano e la food blogger Marisa Passera.

Ma la vetrina sarà delle più prestigiose, dopo la proclamazione dei vincitori tutti i panettoni dei finalisti saranno disponibili per la vendita per un mese in uno speciale temporary store aperto a Milano. Lui, Alessandro, si sta preparando con la stessa grinta ed energia che lo hanno reso indubbiamente l'enfant prodige della pasticceria nel territorio del Lazio meridionale.

Nel suo lavoro cerca di «abbinare bellezza (non solo interiore) e bontà (non d'animo, ma di sapore) facendo mio un motto, tratto dal XXVI capitolo della Vita Nova di Dante, precisamente il sonetto conosciuto come Tanto gentile e tanto onesta pare: da pe li occhi una dolcezza al core che ntender no la puo chi no la prova". E tutto il territorio si prepara a fare il tifo per lui.